Il comprensorio della penisola salentina ha tutte le carte in regola per il "decollo" turistico